Oggi in Cristo

Fede DOCG

Play
Play
Share!

Share this Podcast

MyCast

MyCast

MyCast Subscription

Oggi in Cristo

Omar Stroppiana

Torino

Description: Appunti di viaggio giornalieri

Now Playing

Fede DOCG

Play Download media
Podcast

In lui voi pure, dopo aver ascoltato la parola della verità, il vangelo della vostra salvezza, e avendo creduto in lui, avete ricevuto il sigillo dello Spirito Santo che era stato promesso, il quale è pegno della nostra eredità fino alla piena redenzione di quelli che Dio si è acquistati a lode della sua gloria. 

(Efesini 1:13-14 LA BIBBIA )

 

Oggi, quando si utilizza il termine “fede” lo si utilizza soprattutto per indicare la propria “religione”. In questo modo, quando ci dichiariamo di fede cristiana molto spesso ci stiamo solo nascondendo dietro una organizzazione alla quale demandiamo di rappresentarci davanti a Dio e agli uomini.

Normalmente si preferisce non parlare della propria spiritualità, del proprio rapporto con Dio, ma si preferisce appunto riassumere tutto dicendo “sono di fede cristiana”, aggiungendo poi eventualmente una denominazione.

Ma siamo onesti con noi stessi: c’è una vera trasformazione interiore dietro la fede che professiamo?

Ti sei mai chiesto se la tua fede ha il sigillo di garanzia? Si tratta di una fede a “denominazione di origine controllata e garantita” (DOCG)?

Usare il termine docg applicato alla fede può sembrare uno scherzo, ma il testo che abbiamo letto utilizza proprio il termine “sigillo” per identificare coloro che appartengono a Dio. E un sigillo si mette proprio per garantire l’origine e l’appartenenza di un contenuto.

Notiamo infatti che esiste una progressione ben precisa in coloro che hanno ripristinato il loro rapporto con Dio:

  1. Hanno ascoltato;
  2. Hanno creduto;
  3. Hanno ricevuto il sigillo.

Essere cristiano non significa solo identificarsi in una religione, così come ci si identifica in una squadra di calcio,  ma significa essere passati attraverso un processo di trasformazione preciso.  Essere un cristiano non significa solo credere che alcune cose inerenti Cristo siano vere, ma significa aver ricevuto una nuova vita, essere stati trasformati da Dio.  Se in noi non è cambiato nulla, non diventeremo di “fede” cristiana solo perché qualcuno ci ha battezzati o perché un giorno abbiamo alzato la mano dicendo di credere che Gesù è morto per i nostri peccati. Ciò che dichiariamo con la bocca ha un valore se c’è una corrispondenza interiore.

Questo verso ci dice proprio che, in attesa della piena redenzione,  abbiamo già ricevuto un sigillo che è anche un pegno, ovvero un anticipo della nostra eredità!  Un sigillo serve a dimostrare l’origine dell’oggetto sigillato. Così, su alcuni prodotti pregiati si certifica l’originalità tramite un sigillo preciso. Nell’antichità i re utilizzavano un sigillo per certificare, ad esempio, qualcosa che apparteneva loro, ed evitare la contraffazione.

Un sigillo garantisce la proprietà e la qualità di un contenuto. In un certo senso, il sigillo dello Spirito Santo certifica che la nostra fede è genuina, non contraffatta. Certifica che noi siamo figli di Dio.

Qualcuno dirà: “Da cosa ci accorgiamo che c’è questo sigillo?”. Sarà qualche esperienza o evento particolare come dicono alcuni? Alcuni millantano esperienze spirituali legate ad eventi specifici nella loro vita e poi vivono una vita assolutamente priva della presenza di Dio. Non dovremmo farci prendere in giro da simili contraffazioni! Se nella nostra vita non è cambiato nulla, se le nostre priorità sono sempre le stesse, se il nostro io rimane sempre saldamente al comando della nostra vita, se continuiamo a tollerare ogni forma di peccato in noi stessi, c’è qualcosa che non va, indipendentemente dalle esperienze spirituali che millantiamo.

Questo sigillo è presente giorno dopo giorno ad accompagnare la vita di chi ha un rapporto con Dio ed è visibile nel suo comportamento, nel suo modo di essere, nel suo linguaggio, nel suo modo di vivere la famiglia, nelle sue relazioni interpersonali.  Altro che esperienza una tantum!  Egli è una nuova creatura e si vede che Dio ha agito nella sua vita.

Il sigillo di Dio attesta che siamo figli di Dio ed è anche pegno della nostra eredità, ovvero un anticipo della nostra completa redenzione, del nostro futuro eterno.

Che Dio ci dia di avere questo sigillo di garanzia nella nostra vita, confermato da fatti concreti.

E, naturalmente,  diffidiamo delle imitazioni.

L'articolo Oggi in Cristo.



Subscribe & Follow

Average Rating

5 stars
4 stars
3 stars
2 stars
1 star
(1 ratings)